LEED

Share Button
LEED e ASHRAE 90.1 Appendix G PRM strumenti per la produttività DesignBuilder

DesignBuilder è lo strumento ideale per la modellazione energetica LEED. Il software integra al suo interno il motore di calcolo EnergyPlus, inserendolo in un’interfaccia di lavoro user friendly.

Il nostro team di ingegneri è specializzato nella modellazione energetica LEED dinamica ed è a disposizione per formare nuovi professionisti o svolgere consulenze su commesse di modellazione a servizio di certificazione LEED. Contattaci per maggiori informazioni.

Parliamo ora delle caratteristiche del modulo LEED di DesignBuilder, con particolare attenzione rivolta alle ultime novità della versione 5.2.

 

Lo strumento di modellazione LEED di DesignBuilder si basa sui seguenti presupposti:

  • Motore di simulazione EnergyPlus approvato da LEED (fare riferimento al paragrafo Programma di simulazione G2.2 in ASHRAE 90.1 Standard 2007).
  • Lo strumento soddisfa i requisiti del Metodo di valutazione delle prestazioni Appendice G di ASHRAE 90.1 2007 e Standard del 2010.
  • Una vasta gamma di modelli e librerie preconfigurate per accelerare la definizione del modello.
  • Per automatizzare la generazione di edifici di base, il modello proposto deve essere creato per primo. L’edificio Baseline può essere creato anche prima, se necessario, sebbene questo non sia il flusso di lavoro consigliato.
  • Il LEED con DesignBuilder include due procedure guidate separate. Un wizard di costruzione del modello Baseline che si occupa della geometria e altri dati non HVAC e una procedura guidata HVAC di base che imposta, appunto, il sistema HVAC.
  • Alcuni ulteriori controlli manuali e modifiche al sistema HVAC di base sono solitamente richiesti nella v5.2.
  • I modelli Proposed e Baseline sono memorizzati e gestiti in un singolo file di progetto, che garantisce un semplice controllo dei dati ed una maggiore sicurezza nella gestione del modello.
  • Nei casi in cui sono necessarie quattro simulazioni ruotate del modello Baseline, queste vengono eseguite simultaneamente parallelamente usando il Simulation Manager di DesignBuilder per velocizzare le simulazioni.
  • DesignBuilder fornisce un output che confronta i risultati di Proposed ed Baseline aggregati.
  • Viene fornito un link agli strumenti di post-elaborazione online di LEPORT per accelerare la generazione della documentazione di sottomissione LEED.

 

La struttura del modulo LEED di DesignBuilder ed il flusso di lavoro del processo

Struttura e flusso di lavoro del modulo LEED di DesignBuilder

 

Il flusso di lavoro prevede la creazione innanzitutto del modello di edificio Proposed e quindi, successivamente, la creazione automatica del  corrispondente modello di Baseline, da esso ricavato. In questo caso i due modelli sono contenuti nello stesso file dsb. Tuttavia per i casi dove, per qualsiasi motivo, dovesse risultare conveniente utilizzare file separati per i due modelli il modulo LEED di DesignBuilder permette anche questa possibilità. La figura riportata sopra mostra che la costruzione del modello Proposed può essere creata da zero o convertita a partire da un modello non ASHRAE 90.1.

 

Approfondisci l’argomento LEED con il nostro articolo sulla modellazione energetica per i crediti EAP1 e EAP2!